Tenerife in pillole: cosa vedere!

Buon lunedì gente!

Dal 24 Dicembre 2016 al 5 Gennaio 2017 sono volata alle Canarie, scegliendo l’isola di Tenerife per passare due settimane completamente fuori dallo stress cittadino, ed anche soprattutto per rilassarmi un po’ in vista della sessione esami di Febbraio (che, per fortuna, è quasi giunta al suo termine :D). Come avrete capito da qualche post precedente, amo viaggiare, e quando lo faccio cerco sempre di visitare i siti più artistici/culturali, quelli puramente ricreativi e di divertimento, e, per finire, quelli più nascosti e lontani dall’occhio spesso superficiale del turista medio. Quindi, ogni qualvolta mi capita di intraprendere un nuovo viaggio, cerco sempre di organizzare un mio itineriario tenendo conto di questi tre principi,per godere di un posto a 360°! Oggi partiamo alla scoperta delle isole Canarie, arcipelago tropicale situato a pochi chilometri dalla costa marocchina. Le Canarie, che appartengono alla Spagna, sono composte da 7 isole: Tenerife, Gran Canaria, Lanzarote, Fuerteventura, La Palma, La Gomera ed El Hierro.

https://i0.wp.com/www.verdeazzurronotizie.it/wp-content/uploads/2016/01/hqdefault1.jpg

L’isola di Tenerife, oltre ad essere la più più grande, è anche la più gettonata a livello turistico, specie nella stagione estiva a causa del clima tropicale, dalle temperature altissime. Il clima, in ogni caso, cambia molto da nord a sud, sebbene l’isola sia piuttosto piccola: a Dicembre, durante un’escursione al sud, ho dovuto girare in canottiera a causa dei 30°! Se avete intenzione di organizzare un viaggio alle Canarie vi sarà sicuramente utile conoscere i 10 luoghi da non perdere assolutamente per vivere a pieno quest’isola meravigliosa! EMPEZAMOS! ☀

1. SANTA CRUZ DE TENERIFE

https://i2.wp.com/www.spain-tenerife.com/images/rotators/3-what2see/31-santa-cruz/31-santa-cruz01.jpg

Santa Cruz è la capitale dell’isola, dove ho alloggiato nel corso dei 15 giorni di soggiorno. Una ridente cittadina tutta da scopire! Vi consiglio vivamente di girarvela da cima a fondo, soffermandovi in particolare su Plaza de España, che spesso ospita immensi mercatini d’artigianato, l’antica università de La Laguna, e i numerosi vicoletti colorati! Il clima a Santa Cruz è mite, ma piuttosto ventilato, specie durante i mesi invernali! Vi consiglio perciò di portare in valigia qualche felpa e soprattutto una sciarpa, se non volete beccarvi un bel mal di gola!

2. PLAYA DE LAS TERESITAS

Credo che la foto parli da sola! Questa, signori e signore, è la spiaggia più famosa di tutte le Canarie, che si estende per quasi un chilometro e mezzo. Una striscetta di sabbia bianchissima, importata dal vicino Marocco, e di mare blu. Ho passato intere giornate a leggere comodamente sdraiata in riva al mare, e quando iniziavo ad aver fame, beh, un salto ai chioschi latinoamericani che offrono piatti tipici cubani a prezzi modicissimi. La spiaggia è veramente semplice da raggiungere: si trova ad appena 10 minuti di macchina da Santa Cruz! 🙂 16776045_1269483546479712_791920729_o.jpg

A quién le gusta Cuba? Prueben este plato tipico cubano: Huevos rotos y papas fritas!

3. LORO PARQUE & JUNGLE PARK

Ma veniamo ai due parchi zoologici simbolo dell’isola: Il Loro Parque e il Jungle Park! Una premessa: sebbene io sia totalmente contraria ai giardini zoologici, devo dire che questi riproducevano ESATTAMENTE l’ambiente originario ed adatto ad ogni singolo animale ospitato, che aveva così modo di vivere in un luogo del tutto similissimo al proprio habitat naturale. Che dire, senz’altro le escursioni più belle di questa vacanza: dai pinguini artici ai leoni, dai fenicotteri ai gorilla, passando per pappagalli coloratissimi, tucani, aquile reali! Qui potrete passare, grazie anche agli spettacoli con protagonisti i deliziosi padroni di casa (foche, volatili, falchi e delfini), una giornata immersi in una verdeggiante natura.

4. PUERTO DE LA CRUZ

 Delle numerose cittadine che ho avuto modo di visitare, Puerto de la Cruz è stata certamente quella che, più di ogni altra, ho apprezzato. Situata a Nord Ovest, nelle sue vicinanze è possibile trovare il Loro Parque, di cui vi ho già parlato. Questo paesino è molto amato dai turisti, che ne affollano il lungomare costellato da negozietti e bazar tipici, oltre che da innumerevoli ristoranti in cui è possibile gustare le prelibatezze spagnole: proprio qui ho avuto modo di godermi un bel pranzetto a base di Tapas (piccole porzioncine dei più svariati piatti tipici spagnoli), il tutto completato da un bel bicchiere di sangria. La costa in questo punto dell’isola è molto rocciosa, ma molto amata dai bagnanti! Un salto a Puerto de la Cruz è assolutamente d’obbligo 🙂

5. COSTA ADEJE

https://i0.wp.com/vivere-a-tenerife.it/wp-content/uploads/2016/01/hotel-a-costa-adeje-tenerife.jpg

Ma veniamo alla meta più ambita dai turtisti, la prima in classifica: situata a sud-ovest dell’isola, Costa Adeje è la località più calda e ricca di svago dell’isola. Qui troviamo le spiagge più celebri dell’isola che sono anche, ovviamente, le più affollate: sto parlando di Las Americas e Playa Fañabe. La prima volta che sono stata a Las Americas, nei pressi dei quali vi è anche l’Hard Rock Cafè, il tempo era molto molto nuvoloso. La seconda volta però sono stata fortunata, e ho potuto mangiarmi una bella porzione di paella sotto il sole cocente!

6. LOS CRISTIANOS

Eccoci di fronte ad un altra località balneare tanto turistica quanto, però, attrattiva. Qui è pieno di Hotel maestosi, villette a schiera e  ristoranti a prezzi da capogiro! E’qui che ho fatto incetta di souvenirs, ce ne erano di fantastici e particolarissimi! Devo ammettere, però, che in questa località così fortemente turistica si perde molto quel folkrore che, per me, è importantissimo; insomma: sembrava quasi di stare a Rimini a ferragosto! :,) Consiglio però Los Cristianos per una serata all’insegna del divertimento, specie se si è giovani! Vi sono infatti numerosi locali che offrono aperitivi niente male, anche se leggermente costosi.

7. CANDELARIA

In questa magnifica cittadina di 25.000 abitanti ho passato la giornata di Natale, tra pisolini sulla spiaggia (il sole splendeva come non mai) e abboffate di pesce in uno dei ristorantini tipici. Candelaria non è molto conosciuta a livello turistico, ma proprio per questo è, secondo me, assolutamente da valutare: il lungomare è fantastico, ed è proprio su uno di questi scogli che ho potuto fare la conoscenza di ben tre granchietti dell’oceano!

8. GÜÍMAR

https://i1.wp.com/img.ev.mu/images/attractions/5690/960x384/4305.jpg

Una vera perla delle Canarie. Se capitate nella zona di Candelaria non potete non farvi un giro, anche in macchina, per questa cittadina celebre per le sue piramidi. Infatti, possiamo trovare piramidi caratterizzate da cinque livelli di forma rettangolare, molto somiglianti a quelle realizzate da Aztechi e Maya in Messico. Attenzione però se siete cardiopatici o soffrite di asma: il comune di Güímar è situato ad un’altitutide non indifferente, perciò tenetelo in conto!

9. LA LAGUNA

https://i1.wp.com/www.ciaoisolecanarie.com/sites/default/files/resource/san_cristobal_de_la_laguna-tenerife_4.jpg

Situato a circa 10km dalla capitale, il comune di La Laguna è considerato la capitale culturale delle Isole Canarie. In stile coloniale, ricchissima di vegetazione, la cittadina ospita l’omonima università: dato l’elevato numero di studenti la vita serale è molto movimentata e si concentra in una zona centrale della città chiamata in gergo “el cuadrilátero“, dove sono presenti numerosi pub e bar. La conformazione della città, le sue strade e il suo ambiente sono elementi in comune con città coloniali in America: L’Avana Vecchia a Cuba, Lima in Perù, Cartagena de Indias in Colombia, o San Juan a Puerto Rico, che ne hanno ripreso il piano urbanistico a modello.

10. EL TEIDE

https://i2.wp.com/www.todotenerife.es/assets/images/articles/Image-a67ac7b6dc.jpg

Per finire, il fiore all’occhiello delle Canarie, il vulcano Teide, che è anche la vetta più alta della Spagna. Si tratta di un vulcano attivo che ha fatto sentire per l’ultima volta la sua voce nel 1909. La tranquillità di questa maestosa creazione della natura ha fatto dimenticare che potrebbe tornare ad eruttare da un momento all’altro, e che le eruttazioni potrebbero essere molto violente. Oggi viene ricordato soprattutto per la splendida natura che è cresciuta in questo luogo difeso come Parco Nazionale dal 1954, nel quale è possibile fare escursioni per trascorrere una giornata immersi nella natura. Vale los tesso discorso di prima: a causa della sua altitutide per i cardiopatici è sconsigliato!

 

Ora, però, mi piacerebbe sapere se qualcuno di voi ha visitato le Isole Canarie: cosa ve ne è parso? Avete sorseggiato cocktail in riva alla spiaggia o scalato il Teide? Qualsiasi attività voi abbiato fatto, o programmate di fare, fatemelo sapere in un commento!

Alla prossima

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...